lunedì 30 maggio 2011

Elezioni Comunali 2011: I risultati dei ballottaggi

Pisapia vince a Milano, De Magistris a Napoli

Telefonata Premier-Senatur: 'Maggioranza e' coesa'. Maroni: 'E' stata una sberla'

30 maggio, 22:49 (Ansa.it)
Trionfo di Luigi De Magistris a Napoli, Giuliano Pisapia è il nuovo sindaco di Milano, accolto da 'esplosioni' di applausi in Piazza Duomo. La vittoria va oltre le migliori previsioni per il centrosinistra che riesce a vincere in 9 municipi mentre il centrodestra ne conquista 4. Tra i passaggi di peso, c'é quello di Novara, feudo del governatore del Piemonte Roberto Cota, dove il candidato del centrosinistra Andrea Ballaré è riuscito a battere lo sfidante Mauro Franzinelli (che aveva chiuso il primo turno con un incoraggiante 45,89%), imponendosi con il 52,9% dei voti. Il centrosinistra riesce a strappare anche Cagliari, con un giovane candidato, Massimo Zedda, che è riuscito a superare il candidato del centrodestra con più del 59% delle preferenze. Anche Trieste volta pagina e si affida a Roberto Cosolini, candidato del centrosinistra, dopo dieci anni di assoluto dominio del centrodestra e del suo interprete più autentico ed efficace, Roberto Dipiazza, per tanti anni anche il sindaco più amato dai triestini. Il centrosinistra riconferma poi la guida di Rimini, Grosseto, Pordenone, e delle province di Trieste e Mantova. Il centrodestra è riuscito a strappare al centrosinistra Rovigo, Cosenza e Iglesias. Nelle provinciali, ha strappato Reggio Calabria al centrosinistra mentre la provincia di Macerata è passata dal centrodestra al centrosinistra.
BERLUSCONI, ABBIAMO PERSO MA IO COMBATTENTE - "Abbiamo perso, è evidente" e "non c'é altra strada se non tenere i nervi saldi e andare avanti; la maggioranza è coesa e determinata" nel fare le riforme a cominciare dal "fisco, dalla giustizia e dal piano per il Sud". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, commentando i risultati delle amministrative. Il premier ha quindi aggiunto che "ogni volta che vengo sconfitto triplico le forze". Silvio Berlusconi ha avuto oggi una conversazione telefonica con Umberto Bossi nel corso della quale il leader della Lega - ha reso noto il premier parlando a Bucarest con i giornalisti italiani - ha dato il va libera per proseguire con l'azione di governo.
BERLUSCONI, MILANESI PREGHINO IL BUON DIO CHE LI SALVI  - "Ora i milanesi devono pregare il buon Dio che non gli succeda qualcosa di negativo". Così il premier Silvio Berlusconi ha commentato la vittoria di Giuliano Pisapia a Milano, assicurando che la città "non era amministrata male". E si è detto anche certo che a Napoli, dopo aver eletto De Magistris, "si pentiranno tutti moltissimo". Parlando di Milano il premier ha spiegato che "la città non era amministrata male" e ora che hanno vinto gli altri che si "improvviseranno in un mestiere che non hanno mai fatto" ai milanesi non resta che "pregare il buon Dio".
DE MAGISTRIS NUOVO SINDACO DI NAPOLI - Luigi de Magistris è il nuovo sindaco di Napoli. Il candidato dell'Idv e di Federazione della Sinistra, a scrutinio ancora in corso, ha ottenuto in 700 sezioni su 886, il 65,3% contro il 34,7% ottenuto dal candidato del centrodestra, Gianni Lettieri. "Oggi consegniamo la città di Napolì a Luigi De Magistris" ha detto il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, in conferenza stampa.
TELEFONATA TRA NAPOLITANO E DE MAGISTRIS Telefonata tra il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il neo sindaco di Napoli, Luigi de Magistris. Nel corso del breve colloquio telefonico, de Magistris ha ribadito il suo impegno per la città di Napoli.
A NAPOLI LETTIERI FA AUGURI A DE MAGISTRIS - "C'é stato un risultato inequivocabile, un voto popolare in favore di De Magistris che ha preso il volo. Gli faccio 'in bocca al lupo', Napoli ha tanti di quei problemi che merita il mio buon lavoro". Questo il primo commento a caldo del candidato del Pdl a Napoli, Gianni Lettieri dopo le prime proiezioni che delineano un successo schiacciante per Luigi De Magistris. "Ringrazio - ha proseguito Lettieri che è stato salutato dall'applauso e dai cori di incoraggiamento dei suoi sostenitori - tutti i napoletani che mi hanno votato, sia al primo che al secondo turno. Avevo a cuore gli interessi della città e dei giovani".
PISAPIA E' IL NUOVO SINDACO DI MILANO - Giuliano Pisapia, sostenuto dal centrosinistra, è il nuovo sindaco di Milano. Quando lo scrutinio è alle battute finali (1109 sezioni su 1.251) Pisapia ha infatti il 55.15% e Letizia Moratti, con il 44.85%, non può più raggiungerlo.
ZEDDA SINDACO DI CAGLIARI - Massimo Zedda del centrosinistra é il nuovo sindaco di Cagliari. Anche se mancano ancora circa 45 sezioni su 175 complessive, il distacco con l'avversario Massimo Fantola è ormai incolmabile: circa 10.000 preferenze separano infatti i due sfidanti. Zedda si attesta oltre il 59% contro quasi il 41% di Fantola.
CONSOLINI (C.SINISTRA) SINDACO TRIESTE - Roberto Consolini, candidato del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Trieste. Quando mancano poche sezioni alla conclusione dello scrutinio il vantaggio su Roberto Antonione, candidato del centrodestra, é ormai incolmabile.
PD FESTEGGIA VITTORIA, VIA PREMIER E FASE NUOVA - Dopo anni di astinenza, di sconfitte e di vittorie risicate, il Pd torna in piazza per festeggiare la "valanga" che da Milano a Napoli si è abbattuta contro il governo. Pier Luigi Bersani chiama a raccolta, in serata a piazza del Pantheon, tutti i big del partito e anche Romano Prodi torna in piazza, pronto a dare consigli per tornare a guidare il paese. "Berlusconi dovrebbe dimettersi e la strada maestra sono le elezioni anche se sarebbe meglio farle con una nuova legge elettorale", è l'ultimatum di Bersani, consapevole però che non è ancora tempo di sedersi sugli allori ma di "lavorare ancora di più per un'Italia nuova". Oggi a festeggiare i risultati a piazza del Pantheon c'erano solo gli elettori del centrosinistra ma il vertice del Pd è convinto di avere il vento in poppa per convincere anche i moderati. Il Pd porta sul tavolo delle future alleanze le percentuali raggiunte al nord, che sfiorano il 30 per cento e la vittoria in roccaforti storiche del centrodestra, ad esempio Cagliari e Trieste oltre a Milano e alla simbolica Arcore. E ai critici che fanno presente che a Milano e Napoli i candidati non erano del Pd, Bersani fa presente che "su 29 capoluoghi in 25 i candidati erano del Pd".
MARONI, PER BERLUSCONI SERVE RILANCIO GOVERNO -  Il Governo non e' a rischio - ha detto il ministro dell'Interno - ma serve un colpo frusta. Bisogna rilanciare azione esecutivo; cambi squadra? non credo. E' stata una sberla, serve una riflessione". Cosi' il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha commentato i risultati dei ballottaggi chiedendo che ora si dia ''un colpo d'ala, anzi, un colpo di frusta all'azione di governo''

Ridiamoci sopra

Una risata allunga la vita...

domenica 29 maggio 2011

Sondaggio: il decennio più importante del Rock

Qual'è il decennio più importante del Rock?
Questa è stata la domanda della settimana e devo dire che forse l'ho anche malposta e vi spiego il perchè.
Come potete vedere dal responso, gli anni '70 stravincono. Giustamente? Ingiustamente? In parte giustamente, in quanto gli anni '70 hanno portato molta innovazione, data anche dalla volontà dell'individuo al centro dell'interesse di emergere. Ma il seme più importante, specie nel Prog, viene dalla fine degli anni '60. Qui con i Beatles è cambiato TUTTO, gli anni '70 hanno solo perfezionato questo stravolgimento, grazie anche all'avvento delle radio libere. In verità il periodo più grande del Rock va dal '65 al '75.... per questo dico che la domanda non è posta nella maniera giusta. Tuttavia il lettore di NONSOLO PROGROCK ha relegato i maggiori capolavori agli anni '70 e questo è fondamentalmente giusto!

Risposte:

Anni 50               0%
Anni 60              17%
Anni '70              82%
Anni '80              0%
Anni 90               0%
Anni 2000           0%

Per Il nuovo sondaggio vi chiedo:

PERCHE' OGGI IL ROCK HA DIFFICOLTA'?

Si vota sempre a destra in alto del Blog

giovedì 26 maggio 2011

Berlusconi ad Obama: Dittatura PM

Berlusconi a Obama: 'In Italia dittatura pm'

'Comandano quelli di sinistra, perciò riforma'. Anm: 'Grave denigrare istituzioni all'estero'

26 maggio, 20:51 (Ansa.it)

DEAUVILLE - Premier al G8 si rivolge al presidente Usa: necessaria per noi una riforma della giustizia. Lui non risponde. Anm: grave denigrare istituzioni all'estero. Pd: un'altra brutta figura. Calderoli: ultimo avviso ai naviganti. Bersani: il Paese e'nelle mani di un irresponsabile; una volta la Lega voleva eliminarli i ministeri. Card. Bagnasco: dalla politica italiana serve un sussulto di responsabilita', e ai giovani rivolge unappello 'sperimentate l'impegno politico'.
BERLUSCONI VA A PARLARE CON OBAMA, DUE MINUTI COLLOQUIO - Due minuti di colloquio tra Silvio Berlusconi e Barack Obama, con stretta di mano e grande sorriso finali. Prima di sedersi al tavolo della prima sessione dei lavori pomeridiani del G8 il premier italiano si e' avvicinato al presidente Usa, intrattenendosi con lui assistito da un interprete. Sotto lo sguardo stupito di Nicolas Sarkozy e quello, un po' indispettito, di Angela Merkel che attendevano per dare il via alla riunione.
BERLUSCONI A OBAMA,ABBIAMO DITTATURA GIUDICI SINISTRA - ''Noi abbiamo presentato la riforma della giustizia e per noi e' fondamentale, perche' in questo momento abbiamo quasi una dittatura dei giudici di sinistra''. E' quanto si coglie dal labiale di un colloquio tra il premier Berlusconi e il presidente Usa Obama, trasmesso dal circuito chiuso prima dell'inizio dei lavori di una sessione del G8.
ANM,GRAVE DENIGRARE ISTITUZIONI ALL'ESTERO - Il presidente dell'Associazione Nazionale Magistrati, Luca Palamara, giudica molto gravi le parole del premier Silvio Berlusconi al presidente Usa Obama, sulla presunta dittatura della magistratura di sinistra nel nostro Paese. ''E' molto grave - ha detto Palamara a conclusione della cerimonia in Cassazione - che questo sia accaduto all'estero, e che una fondamentale istituzione dello Stato venga denigrata anche agli occhi di uno dei piu' potenti capi di Stato al mondo''.
BERSANI, PROBLEMA PAESE GIUDICI? NO, E' LUI - ''Oggi Berlusconi e' riuscito a togliere due minuti del G8 a Obama per dire che il problema degli italiani sono i giudici rossi. E' da un po' che glielo dico: quanto dovranno governare prima di dire che i problemi sono colpa loro?''. Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, in un comizio a Milano a sostegno di Giuliano Pisapia, ironizza cosi' sul colloquio tra il premier e il presidente americano.
IDV, SCREDITA ITALIA ANCHE CON OBAMA - ''Berlusconi continua a gettare discredito sul nostro Paese. Le dichiarazioni rese a Obama al vertice del G8 sono solo la conferma di quanto poco rispetto abbia per gli italiani, la Costituzione e per l'equilibrio fra i tre poteri che sono alla base del nostro sistema democratico''. Lo afferma il portavoce dell'Idv Leoluca Orlando. ''A lui ripetiamo: faccia l'imputato invece del presidente del Consiglio e la smetta di attaccare quotidianamente la magistratura. Il suo governo sara' ricordato come il momento piu' basso di tutta la storia repubblicana'', conclude Orlando


SAPETE? QUASI QUASI MI HA CONVINTO! QUAND' E' CHE LO MANDANO IN GALERA? (n.d. MS) ;-)))

Orchestre Celesti

ORCHESTRE CELESTI - Transition of Power
Selfproduced
Distribuzione italiana: -
Genere: Symphonic Prog
Support: CD - 2011



A distanza di due anni da “Black And Red”, ritorna il tastierista polistrumentista Federico Fantacone con il suo progetto Orchestre Celesti. Questa è la terza uscita ed è reperibile gratuitamente al link http://orchestrecelesti.bandcamp.com/album/transition-of-power
Questa volta non è solo musica di propria composizione, ma ci sono anche delle cover, fra le quali “The Rain Maker” dei svedesi The Flower Kings e “Transylvanian Express” tratto da “Wild Orchids” del 2006 di Steve Hackett. Gia da questi due indizi si possono evincere le coordinate stilistiche sulle quali si sorreggono le colonne di Orchestre Celesti.
La seconda novità è che l’album, a differenza dei suoi due predecessori, non è del tutto strumentale, in “Arabesque” c’è la voce di Gius Lanari.
I giri armonici delle tastiere, vere protagoniste assolute dell’intero lavoro, sono di chiaro stampo vintage, come il genere Prog sinfonico esige e descrivono scale armoniose di policroma eleganza. Le sensazioni che si hanno all’ascolto, ripercorrono sentieri battuti anche in ambito Prog italiano, tuttavia di tanto in tanto fuoriescono interessanti movimenti. “Transition Of Power 2” ha spunti del genere e riesce a catturare l’attenzione di chi ascolta. Genesis in primo piano, anche se lo stile di Fantacone è differente da quello di Banks.
Incidere musica basata esclusivamente sulle tastiere non è di certo semplice, serve quantomeno un songwriting variegato e supportato da melodie orecchiabili. Un pregio di “Transition Of Power” risiede proprio nel fatto che l’autore non si perde in inutili virtuosismi che spesso lasciamo l’amaro in bocca e quella sensazione di sazietà che assale solo dopo pochi istanti di ascolto. Qui la musica e la melodia sono in primo piano. Più psichedelica la traccia “The Fly”, quella che personalmente mi ha più colpito, in quanto riesce a penetrare nella mente oltre che nel cuore. Da sottolineare anche “L’Ultimo Bolero”, tributo a Douglas Fairbanks Band. Questo a grandi linee è “Transition Of Power”, un insieme di composizioni gradevoli che si fanno ascoltare con piacere. Consiglio comunque all’artista di arricchire il tutto con altre strumentazioni per rendere il suono più caldo e coinvolgente, magari anche per spezzare di più l’ascolto.
Orchestre Celesti suonano per chi ama il Prog sinfonico e tessono nella mente dei più attempati di voi trame che hanno il buon profumo del passato, quello che abbiamo paura che non ritorni più, ma che ha saputo allietarci con le sue storie vere ed indelebili. MS

Ecco gli "Abbassare i toni" chiesti da Napolitano

Berlusconi: "Elettori di De Magistris? Sono senza cervello"

Premier: "Pisapia fa leggi a tutela dei terroristi. Risultati voto dovuti a personalità candidati"

26 maggio, 08:15 (ANSA.it)

ROMA - ''Non credo che ci sia una persona con la testa sulle spalle che possa votare per il signor De Magistris; uno che vota per il signor del De Magistris vada a casa, si guardi nello specchio e dica sono un uomo o una donna senza cervello''. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nel corso della registrazione della puntata di 'Porta a Porta' che andra' in onda stasera.
Molto del risultato che si è ottenuto alle elezioni amministrative è dipeso dalla scelta dei candidati. Lo ha detto il premier Berlusconi facendo un'analisi del voto nel corso dell'ufficio di presidenza del Pdl. Ma Bonaiuti smentisce: il premier non lo ha detto. Il Cavaliere ha poi aggiunto che non si doveva caricare di significato politico il voto amministrativo. Dare le città in mano all'estrema sinistra è una follia, ha detto Berlusconi, 'siamo in campo per restarci'. 'Dopo il voto di fiducia di ieri la maggioranza è rafforzata e più coesa ed ora dobbiamo fare le riforme promesse ai cittadini, a partire da quella del fisco in modo che non ci siano più vessazioni per i cittadini' ha aggiunto il premier.

"CEDO PASSO SE LEADER RICONOSCIUTO DA TUTTI" - ''Io sarei disposto a farlo, se questo favorisce la ricomposizione dell'area moderata e da tutti venisse riconosciuto qualcuno come leader''. Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, nel corso di Porta a Porta, rispondendo a chi gli chiede se sia disposto a fare un passo indietro se questo servisse a ricomporre il centrodestra con l'Udc.
BONAIUTI, FALSO QUANTO ATTRIBUITO A PREMIER - "Io ero dentro e le parole di Berlusconi sui ballottaggi non sono vere, è sbagliato" quanto attribuitogli. Così Paolo Bonaiuti, portavoce del premier, smentisce che il Cavaliere abbia detto nel corso dell'Ufficio di presidenza che il risultato dei ballottaggi sia dipeso dai candidati.
PREMIER A PDL, NO SPOSTARE MINISTERI, FORSE RAPPRESENTANZA - Nessun trasferimento dei ministeri al nord, mentre si puo' discutere di istituire delle rappresentanze in citta' diverse da Roma. E' questo il senso del ragionamento che Silvio Berlusconi, secondo diversi presenti, ha svolto durante l'Ufficio di presidenza del Pdl.

PDL, STOP A SINISTRA NEMICA DELLA SICUREZZA
- "Nei prossimi giorni si decidono i destini di grandi e piccole città del nostro Paese. La scelta é fra il buongoverno e la rigorosa amministrazione del centrodestra, oppure la sinistra delle tasse e dei centri sociali, la sinistra nemica della sicurezza e dello sviluppo. In questo momento così importante e delicato rivolgiamo un appello a tutti gli elettori perché affidino il futuro dei comuni e delle province a chi difende i loro interessi, i loro diritti e la loro libertà". E' quanto si legge nel documento diffuso al termine dell'ufficio di presidenza del PdL.
MINISTERI AL NORD, NESSUNO STOP -Nessuno stop allo spostamento dei dipartimenti al Nord". Dopo l'incontro di ieri sera tra il premier Berlusconi e il leader della Lega Umberto in cui sembrava raggiunta una momentanea tregua sulla questione, stamani il ministro Roberto Calderoli rilancia: "lo si farà e comunque, il Presidente Berlusconi ci ha dato la sua parola", dice precisando che "la questione è così importante da non poter essere strumentalmente interpretata come semplice argomento da campagna elettorale per i ballottaggi". Sull'argomento interviene oggi anche il presidente emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi: "non si fara', sarebbe un colpo all'unita' d'Italia" afferma Ciampi, secondo il quale la proposta "denuncia una difficoltà di rapporti all'interno dell'attuale maggioranza".
ALEMANNO, PARLAMENTO VOTI CONTRO SMEMBRAMENTO - ''Credo sia necessario un voto parlamentare che dica no a questo smembramento delle funzioni della Capitale. Credo che siamo di fronte ad una sorta di tregua armata. Credo che la reazione del territorio, di Roma e delle istituzioni, abbia in qualche modo frenato questi progetti. Pero' bisogna avere un confronto politico molto serio per archiviarli definitivamente''. Lo ha detto il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, dopo le parole del ministro Roberto Calderoli che ha smentito il congelamento della questione relativa allo spostamento dei ministeri. Per Alemanno questo tema ''va affrontato dopo i ballottaggi, perche' fare contemporaneamente il secondo turno di elezioni e affrontare il tema dei ministeri mi sembra fuori luogo e autolesionista per il centrodestra''
BERSANI, E' ALLA FRUTTA E STA LACERANDO CENTRODESTRA - L'esperienza di governo e' ''ormai alla frutta e sta, per il proprio fallimento, lacerando le componenti di centrodestra''. Lo ha affermato a Trieste il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani. ''Il centrodestra - ha aggiunto il segretario del Pd - non e' in grado di offrire in questo momento prospettive di governabilita'''.
PROCURA APRE INCHIESTA SU ESPOSTO PISAPIA - La Procura di Milano ha aperto un'inchiesta a carico di ignoti ipotizzando il reato di diffamazione aggravata in seguito all'esposto denuncia presentato oggi da un legale per conto del candidato sindaco del centrosinistra Giuliano Pisapia. Nell'esposto, fra l'altro, si ipotizzano i reati di sostituzione di persona, abuso della credulita' popolare e diffusione di notizie false atte a turbare l'ordine pubblico. L'inchiesta e' stata aperta dal procuratore aggiunto Nicola Cerrato che l'ha affidata al collega Armando Spataro. nell'esposto, depositato da un legale che rappresenta Pisapia, si segnalano gruppi di persone, 'figuranti', che travestiti da zingari o da persone povere o straniere, si spacciano per persone dei Comitati di Pisapia e diffondono volantini che riguardano la campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra.

PISAPIA, C'E' UNA REGIA PER INFANGARE - ''C'e' una regia e una strategia'' dietro i falsi zingari in giro per Milano e i finti operai che dicono di prendere le misure per la nuova moschea contro cui Giuliano
Pisapia ha presentato un esposto denuncia in Procura. E' quanto ha detto, dopo un incontro alla Cisl, il candidato sindaco del centrosinistra che ha parlato di fatti ''di una gravita' incredibile che non possono derivare da una iniziativa personale''.

LETTIERI, PER NAPOLI POLITICA CHOC - Una politica ''choc'' per dare una scossa alla citta'. Questa la ricetta del candidato sindaco del centrodestra, Gianni Lettieri, che a distanza risponde al sindaco Iervolino che ieri aveva consigliato a entrambi i candidati di ''non fare grandi promesse e procedere a piccoli passi''. ''A Napoli - ha detto Lettieri, durante la sua passeggiata nei rioni Pignasecca e Sanita' - serve una politica d'urto, la citta' ha bisogno di grandi progetti e non di piccoli passi''. Grandi progetti come l'accelerazione e la conclusione della riqualificazione di Bagnoli, il recupero del Centro Storico ''per non perdere altri fondi europei''. Operazioni che - ha aggiunto Lettieri - ''possono essere avviate e portate a termine soltanto con la legge speciale, altrimenti i tempi saranno lunghi''
 
SOBRIETA' E SIMPATIA, OLTRE CHE COMPETENZA POLITICA, FANNO DI QUESTO UOMO L'ORGOGLIO NAZIONALE.  ALL'ESTERO CI STIMANO TANTISSIMO.  (n.d.MS)

mercoledì 25 maggio 2011

Questi i problemi dei politici italiani nel 2011

Ministeri, per ora tregua. Premier: vogliono zittirmi

Vertice a Palazzo Grazioli: patto tra Berlusconi e il Senatur su riforme, fisco e rilancio economia

25 maggio, 09:57 (Ansa.it)

QUELLA CHE ANDATE A LEGGERE NON E' UNA SERIE DI BATTUTE, NE UNO SCHERZO, E' CIO' CHE RIPORTA L'ANSA. (N.D.MS)


Il tema dello spostamento dei ministeri al Nord è 'congelato' fino a dopo i ballottaggi. E' la decisione a cui sarebbero giunti Berlusconi e Bossi dopo un vertice a Palazzo Grazioli.
E il Cavaliere oggi ha attaccato l'Agcom per le multe ai tg dopo le sue interviste: 'Siamo all'assurdo, vogliono zittirmi'. S'infiamma intanto la campagna elettorale. Pisapia va in Procura: 'Mi diffamano'. Ok della Cei alla moschea a Milano.
BERLUSCONI E BOSSI 'CONGELANO' PER ORA SPOSTAMENTO
- Nessuna novità sull'ipotesi di spostare alcuni ministeri al Nord come chiesto dalla Lega. Nel corso del vertice a palazzo Grazioli, spiegando alcuni presenti, Silvio Berlusconi ed Umberto Bossi avrebbero concordato di 'congelare' la proposta fino a dopo i ballottaggi con la rassicurazione ricevuta dai leghsiti che, dopo il voto, il tema tornerà oggetto di discussione. Nel frattempo anche nel Pdl si metteranno appunto delle ipotesi da sottoporre agli alleati per trovare un'intesa.
PATTO SU RIFORME, FISCO E RILANCIO ECONOMIA - Non si è entrati nei dettagli, anche per l'assenza di Giulio Tremonti, ma quel che è certo è che si é registrato un pieno accordo sulla necessità di andare avanti con le riforme, a cominciare da quella fiscale e dalle misure per il rilancio dell'economia. Chi era presente al vertice di palazzo Grazioli assicura che fra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi si è registrata totale sintonia sulla necessità di uno sprint che per dare una 'scossa' all'azione del governo nei prossimi due anni. In particolare, riferiscono fonti presenti all'incontro, si sarebbe convenuto sulla necessità di "accelerare" sulla riforma del fisco e sulle misure per il rilancio dell'economia. "Entrambi hanno insistito molto su questi due aspetti", spiega una fonte presente all'incontro.

BERLUSCONI AI SUOI, MI IMPEDISCONO DI PARLARE
- Silvio Berlusconi si lamenta con i suoi dell'Agcom. Ogni mia parola costa 800 euro di multa, siamo all'assurdo, mi impediscono di parlare, avrebbe detto parlando in aula con alcuni deputati del Pdl mentre erano in corso le votazioni sulla fiducia al decreto omnibus. (Invece non ci dicono così dettagliatamente quanto ci costano al giorno loro e i loro sperperi N.D.M S)
L.ELETTORALE: LEGA SONDA OPPOSIZIONI, CAMBIARLA PRESTO - Per ora si tratta di contatti informali in attesa di capire come andranno a finire i ballottaggi ma, a quanto si apprende da ambienti parlamentari, la Lega ha sondato le opposizioni per capire la disponibilità ad una riforma della legge elettorale in senso proporzionale, ritirando fuori dal cassetto i modelli tedeschi e spagnoli già al centro del confronto politico al tempo del governo Prodi. Il Carroccio sarebbe quindi intenzionato a riprendere in mano un dossier, quello della riforma del Porcellum, finito di fatto nelle nebbie del Senato e ad aprire ad un confronto con le opposizioni. Confronto sul quale hanno aperto il vicepresidente vicario di Fli Carmelo Briguglio e l'Udc mentre Massimo D'Alema, parlando oggi con i giornalisti in Transatlantico, ha definito "necessaria" una riforma della legge elettorale pur non sapendo "se ci sono le condizioni".

BERLUSCONI, CONTATTI LEGA-PD? NON NE SO NULLA
- "Non ne so nulla". Ha risposto così il premier Silvio Berlusconi ai cronisti che lasciando Montecitorio gli chiedevano se sapesse dei presunti contatti tra Lega e Pd per la riforma della legge elettorale.

PISAPIA,DENUNCIO A PROCURA CAMPAGNA DIFFAMAZIONE -
Domani mattina il candidato sindaco del centrosinistra a Milano, Giuliano Pisapia, presenterà una denuncia alla Procura di Milano per "tutta una serie di episodi di diffamazione e soprattutto di scorrettezze che hanno rilievo penale in campagna elettorale". "E' del tutto evidente - ha detto l'avvocato all'uscita di un incontro con le Acli - che è una campagna organizzata di denigrazione della mia persona e del mio programma".
Pisapia ha raccontato di "gruppi di persone che vanno in giro a disturbare in metro e nei quartieri la gente dicendo di essere esponenti dei comitati di zona di Pisapia, altre persone travestite da zingari, o in ogni caso da persone povere, straniere, che diffondono volantini come se riguardassero la mia campagna elettorale che sono del tutto falsi". Ma Pisapia ha parlato soprattutto di "altre persone che si presentano nei quartieri vestite da zingari e che dichiarano che in quel luogo, e danno anche volantini, sarà costruita la nuova grande moschea, la più grande moschea d'Europa". Secondo l'avvocato "queste condotte hanno rilevanza penale e sono veri e propri reati". Pisapia non ha voluto dire qual è l'ipotesi di reato promettendo che lo farà domani. "Mi è sembrato giusto, nell'interesse di una campagna elettorale serena che si confronti sulla verità e non sulle menzogne - ha spiegato -, esporre alla Procura della Repubblica queste condotte ed azioni che sono ripetute, soprattutto in periferia, anche perché è del tutto evidente che è una campagna organizzata di denigrazione della mia persona e del mio programma".

MINISTERI:BOSSI, BERLUSCONI SI CONVINCERA' 
- Sull'opportunità di spostare alcuni ministeri al nord "Berlusconi si convincerà ". Così risponde il leader della Lega, Umberto Bossi, ai giornalisti che gli sottolineavano come il premier "non fosse d'accordo sui ministeri al nord".I ministeri decentrati sul territorio "ci sono in tutta Europa, in Inghilterra, in Francia. Perché non ci devono essere qui?". Aggiunge il ministro leghista tornando così a chiedere con insistenza il trasferimento di alcuni dicasteri a Milano. "Ma tra Pdl e Lega c'é scontro su questo tema", fanno notare i cronisti. "Non c'é scontro", replica il senatur.

'ALEMANNO CONTRARIO? 'TE CREDO
...' - Umberto Bossi usa il romanesco per rispondere ai cronisti che gli fanno notare che il sindaco di Roma è contrario allo spostamento di alcuni ministeri al Nord. "Te credo ...!", esclama il senatur replicando ai cronisti nei pressi di Montecitorio. (E se spostassimo Milano al sud? lui direbbe"Manco p'i ball!) N.D.MS
"Il voto del 15 e 16 maggio ha confermato che il PdL è il primo partito del Paese. Non esistono alternative possibili al nostro governo e non possiamo immaginare un'Italia governata dalla sinistra e condizionata da una sinistra estrema". Lo afferma il premier Silvio Berlusconi, in un nuovo videomessaggio diffuso su Youtube e apparso sul sito del partito.  "I ballottaggi del 29 maggio sono una nuova sfida, a Milano come a Napoli, a Trieste come a Cagliari. Possiamo e dobbiamo vincere perché abbiamo uomini e idee giuste grazie al sostegno di voi moderati".  "A Milano la Moratti può e deve vincere alla vigilia dell'Expò. Non si può consegnare la città alla sinistra più radicale, dobbiamo spiegare ai milanesi che il sindaco di estrema è incompatibile con l'Expo e dannoso per i milanesi perché con la sua amministrazione aumenterebbero le tasse e ci sarebbe più immigrazione e più baracche in giro degli zingari" (infatti... con loro invece non ci sono ne tasse e ne stranieri) N.D.MS. "A Napoli il nostro candidato farà uscire la città dagli ultimi 18 anni di mal governo della sinistra. Il candidato delle sinistre si propone come il nuovo ma è il vecchio che ritorna perché è sostenuto dai partiti responsabili dello sfascio di Napoli. Invece con Lettieri Napoli tornerà a essere la capitale del Mediterraneo, una città sicura, in cui i giovani non saranno più costretti ad emigrare".
BERSANI, MULTA AGCOM NON SANA GESTO BERLUSCONI  - ''Il gesto di Berlusconi che appare su cinque Tg con il simbolo del partito alle spalle e' insanabile: nessuna multa dell'Agcom puo' sanarlo''. Lo afferma il segretario del Pd Pier Luigi Bersani riferendosi alle multe dell'Agcom arrivate ai Tg Rai e Mediaset per gli interventi del presidente del Consiglio. Bersani, al termine di una cerimonia a Montecitorio su Alessandro Natta, rileva che ''la presa di posizione dell'Agcom c'e' stata. Il problema ora, pero', e' chi paga per la sanzione; io tenderei (Il "tenderei" sta per purtroppo non ci possiamo fare niente, pagherete voi N.D.Max) ad escludere che a pagare debbano essere i cittadini contribuenti italiani. Ma il problema e' che bisogna rompere il giocattolo dei rimedi 'ex post' che non funziona rispetto ad atteggiamenti e stili impossibili in qualunque democrazia del mondo. Il problema e' che quello che Berlusconi ha fatto non deve essere consentito. Serve un'autorita' che intervenga prima''
PAR CONDICIO: MEGAMULTA A TG1 E TG4, MA AGCOM SI SPACCA Stangata dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni sui telegiornali, dopo la 'offensiva' tv del premier Silvio Berlusconi di venerdì scorso. A maggioranza l'Agcom ha inflitto il massimo della multa, 258 mila euro, a Tg1 e Tg4 perché "recidivi", e 100 mila euro a Tg2, Tg5 e Studio aperto. Si spaccano la stessa Authority - i commissari di maggioranza parlano di decisione dettata dalle "pressioni" della sinistra - e gli schieramenti, con l'opposizione che plaude e il centrodestra che contesta l'"offesa al diritto". L'Idv presenta un esposto per il danno erariale. Mediaset "allibita" annuncia ricorso al Tar; in Rai la partita si giocherà nel cda di domani. "Nessuna valutazione politica", assicura il presidente dell'Agcom Corrado Calabrò.
BERLUSCONI: CON LA SINISTRA MILANO SARA' UNA CITTA' ISLAMICA Silvio Berlusconi, in vista dei ballottaggi di domenica, conferma di voler cambiare temi ma non toni nella campagna elettorale. In un videomessaggio postato sul sito web del Pdl, il premier lancia stilettate contro i candidati avversari nelle partite decisive di Milano e Napoli: accusa Giuliano Pisapia di volere una città "islamica" e di andare a braccetto coi centri sociali, mentre bolla Luigi De Magistris come "il peggio della politica" italiana. Il tutto proprio nel giorno in cui Pisapia e Letizia Moratti, con un gesto di distensione, si sono stretti simbolicamente la mano alla cerimonia per l'anniversario della strage di Capaci. Ancora polemiche sulla proposta leghista di spostare al Nord dei ministeri

martedì 24 maggio 2011

Aggiornamenti Guerra In Libia

Libia, raid su Tripoli: 3 morti e 150 feriti

Governo: quasi tutte vittime civili

24 maggio, 09:14 (Ansa.it)


E' durato oltre 20 minuti il raid della Nato che la notte scorsa ha preso di mira una installazione militare poco distante dal bunker di Muammar Gheddafi, a Tripoli. Nell'attacco, contro una caserma semivuota di volontari secondo il governo libico, un impianto per i mezzi secondo l'Alleanza atlantica, si sono registrati almeno 3 morti e 150 feriti.
Poco dopo l'una di notte, riferiscono i corrispondenti presenti a Tripoli via Twitter, violente esplosioni hanno scosso l'area attorno al Rixos, l'albergo che ospita i giornalisti stranieri accreditati: almeno 18 le esplosioni che hanno fatto tremare il complesso, che si trova all'interno del compound di Bab-al-Azizia, e dista circa 1,5 km dal luogo presunto ove si troverebbe il bunker di Gheddafi. Il raid ha preso di mira, con bombe laser-guidate, un impianto che "riforniva le forze responsabili degli attacchi contro i civili", afferma la Nato, situato all'interno del compound.
I soldati del rais, "rappresentano ancora una minaccia per i civili, e continueremo a bombardare obiettivi che siano collegati a questa violenza", ha detto alla Cnn il generale Charles Bouchard, che guida la missione dell'Alleanza in Libia. Il portavoce del governo libico, Moussa Ibrahim, ha tuonato che il raid notturno "rappresenta una escalation" e la maggior parte delle vittime sarebbero civili, abitanti delle case vicine la zona bombardata

lunedì 23 maggio 2011

Tunatones

Con un omaggio a George Harrison in versione Surf - Rockabilly, la frizzante band padovana si esibirà per la serata dedicata alla esposizione del Bangladesh
Gli irresistibili Tunatones alla Biennale d'Arte di Venezia!


Venerdì 3 giugno 2011
ore 21.00
GERVASUTI FOUNDATION
  Sestière di Castello
Via Garibaldi, 994
Venezia

 

Il 3 giugno presso la Gervasuti Foundation, in occasione della Biennale d'Arte di Venezia, si terrà il concerto speciale dei Tunatones. La spumeggiante formazione Surf - Rockabilly si esibirà a margine dell'esposizione del Bangladesh con un omaggio al paese asiatico e alla leggendaria figura di George Harrison.
Era il 1971 quando l'ex Beatle, rispondendo all'invito del maestro Ravi Shankar, organizzò di propria iniziativa quello che poi sarebbe diventato il celebre "Concerto per il Bangladesh": il concerto oltre ad offrire assistenza alle popolazioni e a sensibilizzare l'opinione pubblica sulla guerra civile tra India e Pakistan fu il primo grande evento benefico della storia del rock. A quello storico evento e all'eredità artistica e umana di George Harrison si ricollegheranno i Tunatones, ultima grande scoperta del fervido laboratorio artistico della Prosdocimi Records.

I Tunatones
sono composti da Mike 3rd, promotore del progetto La Stagione della Beneficenza
e membro fondatore degli EX KGB, Alberto Stocco e Alessandro Arcuri: un trio che vi immergerà nelle atmosfere delle colonne sonore dei film di Quentin Tarantino, delle canzoni dei Trashmen, dei Di Maggio Connection, di Elvis Presley e molto altro.
I Tunatones:
Alberto Stocco: batteria
Alessandro Arcuri: contrabbasso e voce
Mike 3rd: chitarra e voce

 
Info:

DIVAGAZIONI ROCK

IL ROCK PROGRESSIVO ITALIANO NEL 2011
(Di Salari Max)

Non l'ho fatto mai, ma questa volta sento che occupare un post per commentare e discutere di Rock sia più che lecito, in fondo un Blog è soprattutto questo.
Vorrei analizzare la musica Rock Progressiva Italiana nel contesto attuale societario, questo decennio del 2000 dal quale ci aspettavamo chissa che cosa. Ci sembrava lontano, a noi ragazzi degli anni '60 il 1999, quando vedevamo in bianco e nero i telefilm di fantascenza di mamma Rai. "Ufo" spopolava, ma "Spazio 1999" aveva un altro fascino. E vedendo questi, viaggiavamo con la fantasia, pensavamo al 2000, figuriamoci il 2010.... Papà lavorava e mamma stava a casa, io giocavo e studiavo, poi in ferie, tutti quanti assieme, magari al mare, era "Normale".  La musica negli anni '70 era qualcosa a volte di incomprensibile, si restava spesso scioccati all'ascolto di sperimentazioni progressive come quelle degli Area, oppure dei King Crimson o anche del Kraut Rock tedesco. E mentre ascoltavo tutto questo pensavo, chissà...dopo il 2000 si starà meglio e si ascolteranno cose incredibili!
Ebbene, 2011, papà non lavora, o perlomeno qualche volta, mamma... pure. Le ferie? Qualcosa mordi e fuggi e raramente in famiglia capita di farle assieme. Poi la famiglia... cosa è? Negli anni '70 l'individuo era al centro dell'attenzione, oggi bisogna essere necessariamente tutti uguali, altrimenti sei out. Negli anni '70, quando il Rock progressivo spopolava con Il Banco del Mutuo Soccorso, Le Orme, La Premiata Forneria Marconi, gli Area , i New Trolls, gli Osanna e via via tutti gli altri, per comunicare fra di noi ci si trovava fuori la sera, magari con una chitarra, per scambiarci pareri, litigare, fare pace, giocare, sudare e ridere assieme. Oggi c'è Facebook, con le emoticons ...."Ti Piace", "Accetta l'amicizia" e tutto quello che è il mondo virtuale a lui relativo.
Mancano gli sguardi, gli odori, il tatto, insomma il rapporto umano fisico.
La musica Prog italiana nel 2011 non è quella che potevo immaginare da bambino, quando tutto era strano...Immaginavo musica ancora più coraggiosa, magari anche più elettronica, con strumentazioni all'avanguardia, visto che gia giravano Moog, MC3 etc etc. Invece? Sono più retrò oggi nel 2011. La musica Prog si rifà il buon 60% ai fasti antichi, senza sforzarsi troppo in creatività, come se "uscire dai binari" non è più Prog. Se ripenso al percorso storico musicale, resto allibito. C'è chi grida fuori dal coro, meno male aggiungo io, ma è un artista finito, scartato, castrato da una società mordi e fuggi dalla quale non ci si può attendere che un monito, quello del " Divertiamoci senza troppo pensare".
Pensare... questa parola, non vuol dire essere intelligenti, neppure geniali, ma sicuramente aiuta  ad essere più se stessi, piuttosto che un "copia incolla " di qualcun'altro.
Amici, Signori, Ragazzi che vi siete imbattuti in questo stupido articoletto, io non ho la verità, anche se ascolto Rock da 40 e ne scrivo da venti, ma voglio sottolineare che la musica di oggi rispecchia una società che non mi sarei mai aspettato! Colpa della politica? NO, colpa nostra, siamo noi che siamo autori del nostro destino. Il prog è anche questo, oggi un timido tentativo di essere sperimentali, ma in sordina, quasi sotto ad una campana di vetro.
Escono ancora buoni dischi, cari i miei artisti, ma attenzione, tirate fuori il carattere, perchè altrimenti siete una carta carbone degli anni '70, in un contesto sociale assolutamente differente. Forse proprio per questo il Prog oggi non ha un felice presente, proprio perchè manca quel contesto sociale in cui è nato, per cui adeguarsi si, ma con personalità e voglia di esprimere nuovi concetti.
Poi se non si hanno, allora pazienza, ma questo è un altro discorso.
Siate voi stessi, in barba alla società, così ricostruiamo il Rock ed il futuro (che è più importante) ai nostri figli.... altro che precariato.
Voi come la vedete?

domenica 22 maggio 2011

Sondaggio sulla band che ha cambiato il Rock

Già il fatto che alla voce "Altri" non è stato dato neppure un voto, significa che perlomeno ho beccato tutte le band più significative per la storia del Rock e questo mi lusinga.
A parte questo, il risultato mi lascia solo apparentemente stupito, in quanto un pareggio fra Beatles e King Crimson mi evidenzia che il lettore di NONSOLO PROGROCK è davvero un grande cultore!
Ebbene si, secondo voi le influenze sono alla pari. Io personalmente condivido in parte questo responso, perchè concordo con l'importanza dei King Crimson e della loro sperimentazione, non a caso il buon 50% delle band Prog odierne e degli anni passati si rifanno al suono nervoso di Fripp e soci, ma io propendo per i Beatles.
Perchè? Semplice, ho chiesto chi ha "CAMBIATO DI PIU'" il Rock, forse è stata un poco a trabocchetto, ma i Beatles hanno aperto tre strade. Non ci sarebbe stato il Prog se per la prima volta nel Rock non si fosse ascoltata strumentazione classica, come gli archi nel brano "Eleanor Rigby". Non ci sarebbe stata la Psichedelìa  e quindi niente Pink Floyd, Doors e compagnia bella se non ci fosse stato " Norvegian Wood" con il suo sitar e per finire neppure il Punk alla fine degli anni '70 senza "Helter Skelter". I King Crimson hanno contagiato il genere Prog con il loro stile e la loro innovazione, ma non hanno aperto nuovi generi. Tutto qui. Accetto dunque la parità, ma per due concetti differenti.  Lusinghiero ed onesto anche il buon 9% dei Led Zeppelin. Forse mi sarei atteso qualcosa di più dai Pink Floyd, ma nell'insieme è giusto così. Complimenti amici miei... davvero! Ecco i risultati:

QUALE BAND HA CAMBIATO DI PIU' LA STORIA DEL ROCK?

Beatles                40%
Rolling Stones        0%
Hendrix                  4%
King Crimson       40%
Led Zeppelin         9%
Pink Floyd            4%
Altre                     0%

Il nuovo sondaggio invece va a ricercare il migliore periodo per la musica Rock, la domanda è semplice, ma la risposta.... credo proprio di no... ;-)

QUAL'E' STATO IL DECENNIO PIU' IMPORTANTE PER LA MUSICA ROCK?
Buon divertimento e si vota come sempre in alto a destra del Blog.

venerdì 20 maggio 2011

Fukushima

Tepco: maxi perdita da 8,5 miliardi di euro

E' quanto calcolato dal gestore dell'impianto di Fukushima in seguito alla crisi nucleare

20 maggio, 09:02 (Ansa.it)

TOKYO  - Tepco accusa una maxi-perdita da 1.000 miliardi di yen (8,5 miliardi di euro) dovuta alla crisi nucleare seguita al sisma/tsunami dell'11 marzo e annuncia che i reattori N. 1, 2, 3 e 4 della centrale di Fukushima saranno "decommissionati".

La perdita netta, spiega la prima utility asiatica in una nota, si è attestata a 1.250 miliardi di yen complessivi (10,6 miliardi di euro) nell'intero esercizio fiscale chiuso al 31 marzo 2010. Tepco, con l'accantonamento ufficiale del progetto originario di costruzione di altri due reattori nel sito di Fukushima, stima in 207 miliardi di yen gli oneri per "lo smantellamento dei quattro reattori" disastrati. In aggiunta è prevista una cura dimagrante del personale, è stato annunciato, anche se i dettagli "saranno elaborati entro fine anno".

giovedì 19 maggio 2011

Novità Dal Mondo Prog

King Crimson Project

A tutti gli amanti dei King Crimson comunico che la band si ripresenta a noi con una formazione inedita ed un nuovo disco.
Formazione: (Jakko) Jakszyk, (Robert) Fripp, and (Mel) Collins.
Appaiono come special guest anche artisti di altissimo rango come il batterista dei Porcupine Tree, Gavin Harrison ed il mitico Tony Levin

1. A Scarcity Of Miracles (7.27)
2. The Price We Pay (4.49)
3. Secrets (7.48)
4. This House (8.37)
5. The Other Man (5.59)
6. The Light Of Day (9.02)
A King Crimson ProjeKct, A Scarcity Of Miracles is the debut release from (Jakko) Jakszyk, (Robert) Fripp, and (Mel) Collins.
_______________________________________________________

"Begin Again" è il titolo del nuovo album dell'ex cantante dei Pallas, ALAN REED.


Formazione di tutto rispetto per il vocalist con Scott Higham (Pendragon),  Kalle Wallner (RPWL) , Jeff Green (Jessica/Illegal Eagles) e Mike Stobbie ( ex Pallas) .

E' scaricabile anche in vari formati   http://alanreed.bandcamp.com/

Felony

FELONY - First Works
Escape Music

Distribuzione italiana: Frontiers
Genere: Prog Metal

Support: CD - 2006




La Escape Music è un attenta casa discografica e questa ristampa dei svizzeri Felony ne è una dimostrazione. Il combo inizialmente si è autoprodotto, ma per loro fortuna è giunto a questo meritato contratto. La loro proposta musicale riguarda il Prog Metal con inclinazioni AOR, Hard Rock ed una bella novità in ambito, quella dell’uso di voce femminile, appartenente ad Andrea Richner (Lunatica) che si alterna, o fonde a seconda dei casi, con quella di Andreas Wildi. Ma le differenze dai gruppi storici sono anche altre, non siamo sommersi da cambi di tempo od umorali, qui c’è la prerogativa di dare risalto ai singoli strumenti. Se poi vi dico che il lavoro è seguito da Sascha Paeth , allora sono certo di avervi messo definitivamente una pulce nell’orecchio.
Buona la scelta di inserire stralci di classica, di certo tutto questo va ad impreziosire ulteriormente la proposta di “First Works”. Grande l’uso delle tastiere e quando si fondono con le voci dei cantanti, il risultato è stupefacente, un sound davvero toccante e ricco di patos. Nei frangenti più Heavy, invece sono le chitarre a farla da padrona, come in “Cyberspace”, “What A Felony” e “Disappointed”. Personalmente sono più attratto dai passaggi più enfatici, “Say Goodbye”, “Justice” e “My Way” e riescono a convincermi che la strada giusta da intraprendere è proprio questa. Se il buongiorno si vede dal mattino, dobbiamo attenderci da questo sestetto grandi cose in futuro. La Svizzera ultimamente ha saputo mettere a segno numerose frecce, a partire dai Lunatica ai grandi Gotthard, per non dimenticare Crystal Ball e Godiva.
C’è comunque da dire che i Felony di esperienza alle spalle ne hanno già fatta, basti pensare che si formano nel lontano 1992 e tutto ciò ovviamente si rispecchia anche in questo ottimo “First Works”. Davvero una bella sorpresa, sono sicuro che ne sentiremo delle belle. MS



mercoledì 18 maggio 2011

GARDEN PROG

MAG 201120
RICHIEDI INFORMAZIONI

GARDEN PROG RASSEGNA DI MUSICA PROGRESSIVA 4° SERATA in concerto

Concerto musica progressiva

ACCORDO DEI CONTRARI - LOCANDA DELLE FATE
LEGGI TUTTO
 ATTENZIONE: NON CI SARANNO GLI ACCORDO DEI CONTRARI


  • MAG 201121
    RICHIEDI INFORMAZIONI

    GARDEN PROG RASSEGNA DI MUSICA PROGRESSIVA 5° SERATA in concerto

    Concerto musica progressiva

    ASTRALIA - CAVALLI COCCHI, CRISTIANO ROVERSI, BERNARDO LANZETTI.
    LEGGI TUTTO







  • MAG 201122
    RICHIEDI INFORMAZIONI

    GARDEN PROG RASSEGNA DI MUSICA PROGRESSIVA 6° SERATA in concerto

    Concerto musica progressiva

    RED ZEN - CHICCO CAPIOZZO TRIBUTO AGLI AREA
    LEGGI TUTTO






  • IL CAMELOT CLUB SARA' PRESENTE CON LO STAND DI MERCH PROG! 
    ________________________________
    ULTIMISSIME USCITE:

    OCTOBER EQUUS - SATURNAL
    Dopo molti anni il secondo atteso album della band spagnola! Genere: Progressive rock, Avant-prog, Chamber-RIO

    The Nerve Institute “Architects of Flesh density” (USA),
    CD- suona come: The Underground Railroad, Frank Zappa. 


    SKE “1000 Autunni”, 
    CD-
    1000 autunni è IL PRIMO solo album di Paolo «Ske» Botta, tastierista di Yugen e French TV.


    Abrete Gandul “Enjambre Sismico” (Chile),
    CD -
    Genere: Prog Rock, Avant-prog.

    Queste e altre novità ancora su 
    CAMELOT CLUB!
    ________________________________

    Carpet Beat'rs

    CARPET BEAT'RS - Il Mito della Caverna
    Selfproduced

    Distribuzione italiana: -
    Genere: Rock Psichedelico
    Support: CD - 2010
    Se amate il Rock Psichedelico dalle velate sonorità elettroniche, vi presento i novaresi Carpet Beat’rs. Si formano nel 2004 e compongono due EP , “Lasciami” nel 2005 ed “Il Mio Vero Idolo” nel 2008.
    “Il Mito Della Caverna” è un album introspettivo, che fa riferimento al filosofo Platone, anche se francamente non lo definirei concept album. Una musica apparentemente semplice e minimale, arricchita da sonorità elettroniche, voci al megafono e registrazioni tratte dalla tv, come in “La Guerra”, dove il TG americano annuncia l’attacco alle torri gemelle. Ecco un punto molto importante di questo quintetto, la voglia di comunicare argomentazioni interessanti, mai banali. “Nel “Il Mio Vero Idolo” si parla di droga, mentre nella sperimentale “Ich Bin Ein Berlinen” del muro di Berlino, mixando spezzoni di famosi discorsi, da Malcom X a Kennedy.
    Musica dall’incedere greve e spaziale nell’iniziale “O”, dove la voce di Marco passa dal megafono al pulito. Non è la tecnica strumentale a colpire l’ascolto, quanto l’emotività che produce il crescendo sonoro. I Carpet Beat’rs non suonano per piacere agli altri, ma per il proprio spirito, questo è quello che colgo fra le onde sonore, perché sarebbero benissimo in grado di suonare brani di Post Rock moderno, quello più ruffiano ed appetibile. Si intuisce il gusto per il giusto ritornello, ma non si lasciano trascinare dall’ovvio, fuggono per viaggi psichedelici e giocano con cambi di tempo e d’umore. Il sunto è “Anima”. Comunque sto parlando di Rock elettrico, dove le chitarre di Fabri e Toble giocano un ruolo importante.
    Sono giovani i Carpet Beat’rs , devono farsi le ossa per trovare la giusta stabilità artistica, per ora sono più che una promessa ed “Il Mito Della Caverna” è un biglietto da visita con i controfiocchi. Se amate farvi trasportare dalle sonorità elettroniche e travolgere dalle chitarre, questa è un occasione più che buona. Spero di risentirvi presto, perché adesso mi avete incuriosito. MS

    martedì 17 maggio 2011

    FASANO JAZZ 2011

    La prima serata del festival pugliese si apre con un suggestivo viaggio nelle colonne sonore dei film italiani anni ’60/'70 con tre validissimi musicisti e la partecipazione speciale di Mia Cooper 
    The Bumps inaugurano la XIV Edizione del Fasano Jazz 2011!
     
     
    Comunicato stampa:
     
    Il Comune di Fasano (BR) - Assessorato alla Cultura
    è orgoglioso di presentare:
     
    FASANO JAZZ 2011
    XIV EDIZIONE
     
     
    The Bumps 'Playin Italian Cinedelics'
    Featuring Mia Cooper
     
    Sabato 4 giugno 2011
    Sagrato della Chiesa Matrice
    Ingresso libero
    (in caso di pioggia il concerto si terrà al Teatro Sociale)

     h. 21.00
     
     
    Sabato 4 giugno 2011 alle ore 21.00 nella magnifica cornice del Sagrato della Chiesta Matrice si aprirà la XIV Edizione del Fasano Jazz, lo storico e attesissimo  appuntamento per i cultori della musica di qualità, capace in ogni  stagione di sorprendere e coinvolgere con la varietà delle sue proposte indirizzate alle aree più stuzzicanti del jazz e del rock. Dopo il successo della scorsa edizione, anche quest'anno Fasano sarà un palcoscenico di respiro internazionale, grazie alla sua filosofia di jazz inteso come "area di libero scambio". Legato anche al mondo rock, prog e fusion, Fasano Jazz conferma il suo essere un laboratorio di musica aperta, lontano dalla visione più ingessata del jazz e che vivifica la naturale vocazione turistica e culturale della Puglia.
     
    Il primo concerto della nuova edizione, curata dalla direzione artistica di Domenico Demola, si tiene all’aperto, ripristinando così l’antica consuetudine della rassegna. Protagonisti della serata del 4 giugno gli ottimi musicisti del trio The Bumps. Veterani del Fasano Jazz (il batterista Antonio De Lorenzo è una presenza costante; i Tangheri, la precedente incarnazione del gruppo, si esibirono qui con Marc Ribot nel 2007), i Bumps presentano al festival un nuovissimo album che darà anche il titolo alla serata: The Bumps Playin’ Italian Cinedelics. I musicisti Vince Abbracciante (organo  Hammond, piano Rhodes e fisarmonica), Davide Penta (contrabbasso e basso elettrico) e Antonio Di Lorenzo (batteria)  propongono un’intrigante fusione di jazz, funk, lounge e rock – una formula definita dalla stessa band “punk jazz”!

    Italian Cinedelics è un itinerario nelle colonne sonore dei film italiani degli anni ’60 e ’70: una proposta che negli ultimi tempi è molto apprezzata dal pubblico e che i Bumps interpretano alla luce della propria personalità, frizzante, coinvolgente e accurata per la scelta dei suoni e degli arrangiamenti.
    Il trio si esibirà con la partecipazione speciale di Mia Cooper, la poliedrica vocalist che ha collaborato con Pino Daniele, Enrico Rava, James Senese e Zucchero.

    Da quattordici anni
    Fasano Jazz non è solo ottima musica con grandi maestri e interpreti, ma è anche un'irrinunciabile opportunità per conoscere la bellissima città pugliese ricca di tradizione e arte. A tal proposito segnaliamo che l'Express Hotel - Park Hotel Sant'Elia c/o Zoosafari offre dei pacchetti speciali in occasione della rassegna, comprendenti biglietto per i due concerti a pagamento e visita allo Zoosafari.


    The Bumps:
    Vince Abbracciante: Hammond, Fender Rhodes, fisarmonica
    Davide Penta: basso acustico & elettrico
    Antonio Di Lorenzo: batteria & percussioni

    con:
    Fabrizio Scarafile: sassofono & flauto
    Francesco Lomangino: sassofono & flauto
    Dino Plasmati:  chitarra


    http://www.thebumps.net

    Le successive serate in cartellone:
     
    Lunedì 6 giugno 2011,
    Teatro Kennedy h. 21.00
    Ingresso
    € 10,00

    Formazione:
    John De Leo - voce
    Fabrizio Bosso - tromba
    Maurizio Giammarco - sassofono
    Roberto Rossi - trombone
    Roberto Cecchetto - chitarra
    Francesco Puglisi - basso & contrabbasso
    Luca Mannutza - piano & tastiere
    Roberto Gatto - batteria
    -------------------
     
    Mercoledì 8 giugno 2011,
    Teatro Kennedy h. 21.00
    Ingresso € 10,00

    in apertura:
    il giornalista e scrittore Mario Giammetti
    presenta il suo nuovo libro The Musical Box (Arcana 2011)
     
     Steve Hackett - chitarre
    John Hackett - flauto
    Roger King - tastiere
    -------------------
     
    Venerdì 10 giugno 2011,
    Sagrato Chiesa Matriceh. 21.00
    Ingresso Libero
    (in caso di pioggia il concerto si terrà al Teatro Sociale)
    Master Funk Trio

    Carlo Losavio - chitarre
    Piero Boggia - basso elettrico
    Mimmo Colucci - batteria


    ore 22.00
     
     Vincenzo Scrimieri - voce
    Giuseppe Sabatelli - sassofono
    Nico Vignola - chitarre
    Piero Boggia - basso elettrico
    Max Voccoli - tastiere
    Antonio Colonna - batteria

    Direzione artistica: Domenico De Mola
     
    Mediapartners:

     
    Informazioni:
     
    Tel. 080-4394123
    Fax: 080-4394199
     
    Fasano Jazz:

    Park Hotel Sant'Elia:
    http://www.parkhotelsantelia.it